Fertilità: l'età è un fattore?

Facebook
LinkedIn
Twitter
E-mail

Età e fertilità – è qualcosa di cui tutti dovremmo preoccuparci?

La verità è che mentre alle donne viene costantemente ricordato come la loro fertilità diminuisce con l'età, lo stesso si può dire anche per gli uomini. L'altra parte spaventosa è che l'età è una cosa che non possiamo fermare, invertire o controllare. Altri fattori legati allo stile di vita possono essere affrontati per migliorare la fertilità, dallo smettere di fumare al mangiare cibi più sani, ma purtroppo non possiamo fermare l'orologio e tornare a 25 anni.

Sempre più di noi stanno aspettando di essere più grandi anche solo per pensare ai bambini – e va bene così! Ma quando si tratta di età, è utile comprendere i fatti in modo da poter prendere decisioni informate su quando mettere su famiglia e comprendere i rischi e le opzioni a tua disposizione se decidi di provare ad avere un bambino più tardi nella vita.

Età e fertilità per le donne

 

L'età è uno dei fattori più grandi (e più fastidiosi) che incidono sulle possibilità delle donne di concepire e avere una gravidanza sana. Diversi articoli scientifici mostrano che la fertilità di una donna inizia a diminuire quando ha poco più di 30 anni, con un declino che accelera dopo i 35. Questo può avere un impatto sul concepimento naturale, ma ha anche un impatto sul successo dei trattamenti di fertilità assistita.

La figura sottostante (da Statistiche SSN) illustra chiaramente l'associazione tra età e tasso di natalità IVF. Maggiore è l'età, minori sono le possibilità di portare a casa un bambino sano.

età e fertilità

Questo declino della fertilità è dovuto al fatto che le donne nascono con un numero finito di uova. Questo numero di uova diminuisce nel tempo, ogni volta che ovulano (che di solito è una volta al mese) e anche la qualità di queste uova diminuisce. Quando la qualità delle uova diminuisce, non solo rende più difficile la fecondazione delle uova, ma queste uova possono anche avere danni genetici, che possono portare ad aborto spontaneo.

Le donne hanno anche un ultimo limite di fertilità: la menopausa. Questo è quando le mestruazioni e l'ovulazione si fermano completamente e non è più possibile rimanere incinta.

Tutte queste statistiche sono il motivo per cui alle donne viene costantemente ricordato il loro orologio biologico che ticchetta. Tuttavia, gli uomini non sono completamente fuori dai guai quando si tratta di età e fertilità!

Età e fertilità per gli uomini

 

Quando vediamo rockstar settantenni diventare papà, è facile dirci che l'età e la fertilità maschile non contano, ma generalmente non è così. È vero che gli uomini continuano a produrre sperma per tutta la vita, ma ciò non significa che lo sperma sia della migliore qualità.

La fertilità maschile non diminuisce così drasticamente come quella femminile, ma sì decisamente declina (anche se lentamente) con l'età. In generale, gli articoli scientifici mostrano che un declino in parametri seminali sembra essere lieve con l'invecchiamento maschile, ma questo influisce ancora sul tempo prima della gravidanza. Ma cosa sta succedendo esattamente laggiù?

Età e qualità dello sperma

  

Man mano che gli uomini invecchiano, le loro palle tendono a diventare più piccole e morbide, con conseguente calo della qualità e della produzione di sperma. Questi cambiamenti sono in parte dovuti a una diminuzione legata all'età testosterone livelli, che svolge un ruolo molto importante nella produzione di sperma. Ma non è solo il tasso di produzione ad essere influenzato dall'età. Man mano che gli uomini invecchiano sono a rischio di aumento della frammentazione del DNA spermatico, peggioramento della morfologia (forma) e della motilità (movimento). Tutto ciò può rendere più difficile per uno spermatozoo fecondare un ovulo e anche la frammentazione del DNA è stata collegata a un aumentato rischio di aborto spontaneo.

Gli studi indicano anche che potrebbe esserci un rischio più elevato di difetti alla nascita come l'autismo e alcune malattie come il cancro e la schizofrenia quando gli uomini hanno figli più tardi nella vita. Ciò è dovuto principalmente a una maggiore quantità di mutazioni del DNA con l'età, ma anche (in una certa misura) al più alto tasso di frammentazione del DNA.

Cosa fare se sei preoccupato per l'età e la fertilità?

  

In primo luogo, qualunque sia la tua età, è sempre una buona idea sottoporsi al test dello sperma, ma se hai più di 35 anni potrebbe essere ancora più utile. Nostro test dello sperma a domicilio può darti un'idea precisa di quanti spermatozoi sani hai (numero totale di spermatozoi mobili, che è il miglior indicatore di fertilità) e saremo in grado di consigliarti sui passi successivi se i risultati non sono quelli che ti aspettavi.

Se tu e il tuo partner avete entrambi più di 35 anni e cercate di rimanere incinta da più di 6 mesi, consigliamo vivamente di andare da uno specialista della fertilità per discutere le vostre opzioni. Possono raccomandare ulteriori test, incluso un test di frammentazione del DNA e discutere con te in modo più dettagliato i trattamenti di fertilità assistita.

Vuoi essere proattivo con il tuo percorso di fertilità? Scopri di più sul nostro test dello sperma domiciliare qui.

Facebook
LinkedIn
Twitter
E-mail
Altro da esplorare
Estate di sport per la salute dello sperma!
Fertilità

Estate di sport per la salute dello sperma!

Il blocco potrebbe averci trasformato in pantofolai l'anno scorso, quindi torniamo al nostro programma di sport per la salute dello sperma. Ci sono così