L'ambiente e la tua fertilità

Facebook
LinkedIn
Twitter
E-mail

Le tossine ambientali sono in aumento. Tossine come ftalati, pesticidi e bifenili policlorurati (PCB) ci circondano quotidianamente. Questo ambiente ha un effetto dannoso sulla fertilità e sulla qualità dello sperma.

Che tipo di pericoli mortali ci sono?

Ci sono molte tossine nell'ambiente, di alcune sappiamo molto e di altre un po' meno. In questo articolo, esaminiamo i composti tossici noti più accuratamente studiati nell'ambiente che possono influenzare la fertilità e la qualità dello sperma.

Ftalati

Gli ftalati più comunemente usati sono il dietil ftalato (DEHP) e il di-N-butilftalato (DBP) (1), che possono migliorare la funzionalità della plastica. Tuttavia, a causa del loro impatto negativo sulla salute in generale, l'Unione Europea, il Canada e gli Stati Uniti stanno gradualmente sostituendo gli ftalati in molti prodotti. Studi clinici hanno dimostrato che l'esposizione al DEHP (tra gli altri ftalati) è associata a una ridotta motilità degli spermatozoi [2], aumento del danno al DNA degli spermatozoi e dell'apoptosi degli spermatozoi e riduzione dell'estradiolo sierico e del testosterone [3].

In uno studio del 2017, la diminuzione dell'esposizione agli ftalati è stata associata a un certo recupero dei livelli di sperma e ormoni, ma non tutti i valori sono migliorati [4]. Ciò significa che c'è un elevato bisogno di consapevolezza e un'esposizione limitata agli ftalati quando si cerca di concepire.

Bifenili policlorurati (PCB)

I PCB sono inquinanti organici che hanno funzionato come fluidi dielettrici e refrigeranti in diverse apparecchiature elettriche. Le autorità hanno vietato l'uso dei PCB per decenni.

Per decenni, l'uso dei PCB è stato proibito. Ma poiché sono altamente resistenti al degrado, rimangono un problema ambientale e disprezzano il cibo e l'aria.

Il PCB si accumula nel tessuto adiposo del corpo. Questo è il motivo per cui gli individui obesi accumulano PCB significativamente di più rispetto agli individui magri.

Negli studi sugli animali, l'esposizione ai PCB provoca un aumento del numero di spermatozoi dalla forma errata e livelli di testosterone alterati [1].

I dati sul carico di PCB nello sperma umano mancano in termini di studi. Soprattutto gli effetti del PCB sul sistema riproduttivo umano maschile. I dati sul carico di PCB nello sperma umano mancano in termini di studi sugli effetti dei PCB sul sistema riproduttivo umano maschile.

Pesticidi

Un pesticida è in generale un agente chimico o biologico utilizzato per proteggere le piante uccidendo parassiti fungini e animali. Il loro pieno impatto sulla salute riproduttiva maschile è meno compreso.

In una revisione del 2014, è emerso che alcuni pesticidi hanno il potenziale per causare tossicità diretta agli ormoni maschili e un effetto negativo su come gli spermatozoi nuotano (motilità) e sembrano (morfologia [5]. I pesticidi danneggiano la qualità dello sperma abbassando il livello di testosterone e aumentando lo stress ossidativo. Ma per affermarlo completamente, sono necessarie ulteriori indagini.

Bisfenolo A (BPA)

Il BPA è un composto sintetico utilizzato nella produzione di plastica per uso domestico. L'esposizione al BPA può avvenire attraverso acqua, aria e polvere.

Questa sostanza chimica può interferire con l'equilibrio ormonale esibendo proprietà di imitazione degli estrogeni, simili agli ormoni, con un impatto negativo sulla qualità dello sperma negli studi sugli animali [6]. Negli ultimi dieci anni, c'è stata una certa discrepanza tra gli studi che hanno indagato l'associazione tra BPA e fertilità maschile. Ad esempio, potrebbe essere dovuto alla dimensione del campione, a una dose di BPA o alla durata dell'esposizione.

Uno studio del 2018 con 315 uomini ha mostrato che l'esposizione al BPA (rilevato nelle urine) è associata ad un aumento della percentuale di spermatozoi immaturi e ad una diminuzione della motilità degli spermatozoi [7]. Pertanto, questa scoperta indica che il PBA può essere dannoso per la produzione di spermatozoi e anche per il DNA nello sperma che può essere ereditato dalla prole.

Cannabis

L'uso della marijuana diventa sempre più accettato in tutto il mondo. L'esposizione ai composti cannabinoidi rilasciati dalla marijuana mostra una correlazione tra consumo e infertilità maschile.

Alcuni studi clinici hanno dimostrato che l'uso di cannabis danneggia il livello di testosterone, che è fondamentale per la produzione di sperma. Tuttavia, questa conclusione non è ancora allineata in letteratura. D'altra parte, vari studi clinici, sia su animali che sull'uomo, hanno riportato che l'uso episodico di marijuana può causare una riduzione del numero di spermatozoi, della motilità, della vitalità e degli spermatozoi di normale morfologia [8].

Fumare

Leggi di più su fumo e fertilità nel post del blog Fumare e come influisce sulla qualità dello sperma.

Facebook
LinkedIn
Twitter
E-mail
Altro da esplorare

Variazione naturale nella qualità dello sperma

Quando si testa la qualità dello sperma, è importante sapere che un test non è sempre sufficiente. La qualità dello sperma (motilità e conteggio) negli uomini ha una variazione naturale ed è influenzata sia da fattori esterni che da come viene raccolto lo sperma.